Campi professionali

Negli ultimi anni la varietà e la commercializzazione dello sport hanno portato a un maggiore interesse per questo ambito professionale. Questo vale soprattutto per ambiti professionali connessi allo sport al di fuori della scuola, anche se la professione di docente di educazione fisica continua a essere molto amata. I potenziali sbocchi professionali nell’ambito dello sport sono molto vari.
Un sondaggio (Studio BASIS – Berufskarrieren von Absolventinnen und Absolventen sportwissenschaftlicher Studiengänge in der Schweiz) tra 1105 ex studenti sostenuto dall’UFSPO e dalla Conferenza svizzera della rete di studi sportivi ha fornito risultati interessanti: più della metà degli intervistati è insegnante di educazione fisica, mentre uno su quattro è attivo nell’ambito dello sport extrascolastico. I datori di lavoro sono federazioni/associazioni, scuole universitarie, operatori commerciali nel campo dello sport, istituzioni del settore sanitario, imprese turistiche, uffici dello sport, imprese che si occupano di media e aziende attive nel settore degli articoli e del marketing sportivi. Un altro sbocco non raro per chi ha concluso gli studi in scienze dello sport è l’attività indipendente. La maggior parte degli ex studenti dispone di un reddito sicuro e adeguato ed è molto soddisfatta della propria situazione professionale.
Anche altre fonti (CSFO, UST; cfr. Bibliografia) consentono, grazie a ripetuti sondaggi, di avere una panoramica regolare dell’ingresso nel mondo del lavoro dei diplomati in scienze motorie e dello sport. Da questi sondaggi emergono risultati simili a quelli dello studio BASIS.